Uva contro cardiopatie e diabete

E-mail

uva7 arcNel corso di uno studio sulle reazioni metaboliche dei ratti a diverse "diete", i ricercatori dello University of Michigan Health System hanno provato ad alimentare regolarmente un gruppo di cavie con uva bianca, nera e rossa. Ad un altro gruppo di cavie hanno sostituito l'uva con calorie e zuccheri di pari contenuto calorico. Dopo soli 3 mesi i due gruppi manifestavano valori metabolici molto diversi tra loro: il gruppo nutrito con l'uva aveva una migliore funzionalità cardiaca, con conseguente riduzione della pressione sanguigna e indici minori di infiammazione nel cuore e nel sangue. L'ovvia deduzione è che l'uva abbia un effetto positivo legato alla riduzione dei fattori di rischio cardiovascolari e alla sindrome metabolica (situazione clinica che comprende una serie di fattori di rischio, come obesità, ipercolesterolemia, diabete...). Gli scienziati dell'Università di Michigan suppongono che tali effetti benefici siano da imputarsi ai fitochimici (sostanze biologicamente attive che si trovano negli alimenti di origine vegetale, con effetti benefici per la salute, come terpeni, caroteni, licopeni, flavonoidi) contenuti nell'uva.

Tratto da Science Daily

 

Articoli Correlati

app

GLUNews su Play Store  app store badge

banner-laterale

Trova il CAD più vicino

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

La Community di GLUNews

Scopri tutti i vantaggi di far parte della community di GLUNews. Clicca qui

cucina banner

Con il patrocinio di

AID banner

Con il contributo informativo di

logo ANSA