Dal mandarino una nuova speranza contro il diabete.

E-mail

mandarino arcUna recente ricerca della University of Western Ontario ha scoperto una sostanza nei mandarini che non solo previene l'obesità, ma offre anche protezione contro il diabete di tipo 2 e l'aterosclerosi, responsabile della maggior parte degli attacchi cardiaci e ictus. Murray Huff e Erin Mulvihill hanno studiato gli effetti di un flavonoide chiamato nobiletina, presente sulla buccia dei mandarini. Due anni fa, i medesimi rcercatori hanno attirato l'attenzione internazionale scoprendo un flavonoide chiamato naringenina presente nel pompelmo che offre protezione analoga contro l'obesità e altri segni di sindrome metabolica. Pare che la nobiletina sia ben 10 volte più efficace nei suoi effetti protettivi della naringenina. La ricerca per il momento è stata realizzata sui topi e questi ultimi, nutriti con una dieta ad alto contenuto di grassi e zuccheri semplici ma con l’aggiunta di nobiletina, non hanno subito incrementi del livello di colesterolo, trigliceridi, insulina o di glucosio, ed hanno aumentato il loro peso normalmente, diventando sorprendentemente molto più sensibili agli effetti dell'insulina.


Tratto da AscaRoma, 7 apr - Fonte: Diabetes April 6, 2011

 

Articoli Correlati

app

GLUNews su Play Store  app store badge

banner-laterale

Trova il CAD più vicino

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

La Community di GLUNews

Scopri tutti i vantaggi di far parte della community di GLUNews. Clicca qui

cucina banner

Con il patrocinio di

AID banner

Con il contributo informativo di

logo ANSA