Transaminasi e GammaGT PDF Stampa E-mail
(0 voti, media 0 di 5)
Rubriche - Capire le analisi
Scritto da Andrea Giaccari   
Lunedì 20 Febbraio 2012 16:10

transaminasi e gamma GT

Le transaminasi sono degli enzimi, cioè delle proteine, che hanno il compito di accelerare le reazioni che avvengono nel nostro organismo, presenti principalmente all’interno delle cellule del fegato, ma anche del muscolo e del cuore. Se ne distinguono almeno due tipi: la transaminasi GPT (transaminasi glutammicopiruvico), talora indicata anche con la sigla ALT (alanino amino transferasi) e la transaminasi GOT (transaminasi glutammicoossalacetico), talora indicata anche con la sigla AST (aspartato transferasi).

I valori normali delle transaminasi possono variare a seconda del laboratorio dove si effettua l’analisi ed un loro incremento può essere un indice di un problema a carico dell’organo dove sono “contenute”.

Generalmente un incremento di entrambe le transaminasi è un indice di un danno a carico del fegato (per esempio una epatite o la cirrosi, ma anche una semplice “steatosi”), mentre un incremento isolato della sola GOT può essere espressione di un danno muscolare o del cuore (aumenta per esempio in caso di infarto). Incrementi modesti ed occasionali delle transaminasi non devono porre in allarme, dal momento che possono essere legati ad “insulti” momentanei causati da errori alimentari, farmaci, infezioni ecc.

Ciò che al contrario deve spingere ad eseguire ulteriori esami è o un aumento improvviso ed importante delle transaminasi (ad esempio il doppio dei valori normali massimi) soprattutto se associato a sintomi quali dolore, nausea, vomito o un aumento anche meno importante, ma cronico (cioè presente per molto tempo). Anche chi ha il diabete, se è in sovrappeso o obeso, potrebbe avere un modesto aumento dei valori delle transaminasi legato ad un accumulo di grasso a livello del fegato, che in termini tecnici si chiama “steatosi epatica”.

Per poter confermare questa condizione, del tutto benigna e che è una manifestazione delle alterazioni del metabolismo che si verificano in caso di diabete non ben controllato e obesità, è bene effettuare una ecografia epatica e se presente è necessario seguire, dietro consiglio del proprio medico, precise indicazioni alimentari.

GAMMA GT (γGT) La γGT

(gammaglutammiltransferasi) è anch’essa un enzima responsabile di importanti reazioni chimiche che avvengono in particolare nel fegato, ma anche in altri organi come il pancreas, i reni ecc. Un aumento improvviso delle γGT può essere osservato in concomitanza con l’assunzione di alcuni farmaci o in occasione di un’eccessiva introduzione di alcol. Nei pazienti che fanno abuso cronico di alcol i valori di questo enzima risultano costantemente alti e il suo monitoraggio spesso viene utilizzato come indice di attinenza alle indicazioni mediche.

Altre malattie che provocano un incremento dei valori delle γGT, spesso associato a determinati sintomi, sono le malattie delle vie biliari, cioè di quelle strutture del fegato attraverso cui passa la bile, le infiammazioni del pancreas (pancreatiti). I valori di normalità anche in questo caso sono legati al laboratorio. Quando l’incremento della γGT è cronico o quando sono presenti sintomi quali dolore a carico del fegato, difficoltà alla digestione o segni come l’ittero (colorito giallastro della pelle), è bene approfondire la situazione con altri esami del sangue ed una ecografia epatica.

Ultimo aggiornamento Martedì 15 Gennaio 2013 19:19
 

Articoli Correlati

Accedi

app

GLUNews su Play Store  app store badge

banner-laterale

Trova il CAD più vicino

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

La Community di GLUNews

Scopri tutti i vantaggi di far parte della community di GLUNews. Clicca qui

cucina banner